Cosa
Categoria
FILTRA PER
Categoria

Cultura e Spettacolo
Armonie 2024
Feste e sagre
Sport Natura
Eno-Gastronomia


Quando
Questa settimana
Oggi
Martedì 16 Luglio
Domani
Mercoledì 17 Luglio
Weekend
19 Luglio - 21 Luglio
Questa settimana
15 Luglio - 21 Luglio
Prossima settimana
22 Luglio - 28 Luglio
Questo mese
01 Luglio - 31 Luglio
Prossimo mese
01 Agosto - 31 Agosto
Dove
Comune
FILTRA PER
Comune

Cappella Maggiore
Cison di Valmarino
Codognè
Colle Umberto
Conegliano
Cordignano
Farra di Soligo
Follina
Fregona
Mareno di Piave
Miane
Moriago della Battaglia
Orsago
Pieve di Soligo
Refrontolo
Revine Lago
San Fior
San Pietro di Feletto
San Vendemiano
Santa Lucia di Piave
Sarmede
Segusino
Sernaglia della Battaglia
Susegana
Tarzo
Valdobbiadene
Vazzola
Vidor
Vittorio Veneto



Blog




23 Gennaio 2024 - 15 Maggio 2024
Cultura e Spettacolo
Valdobbiadene
Ristorante V - Hotel Diana

Con la cultura (non) si mangia 2

Da mercoledì 23 gennaio a mercoledì 15 maggio 2024 - Ristorante "V" - Hotel Diana, Valdobbiadene

Con la cultura (non) si mangia 2

Cena d’autore 

 

Programma 2024

Eugenio Dal Prà e Marco Marconato
23 gennaio
"Sopravvissuti al Vajont"
Prendendo le mosse dal libro “Dino e il leccio”, scritto a quattro mani, gli autori Eugenio Dal Prà e Marco Marconato, passeranno in rassegna le storie e le memorie di una tragedia annunciata che ha visto protagonista anche la comunità di Caerano di San Marco che, in quel terribile 9 ottobre del 1963, ha perso 31 persone, 9 dipendenti della succursale di Longarone della Filatura del Piave, con i loro familiari, in gran parte bambini.
Il libro, ricco di foto e di documentazione storica, si divide in due parti: la prima vede protagonista Dino, un bimbo di sette anni caeranese, che ha vissuto la catastrofe e che racconta la sua personale esperienza; nella seconda sono inserite altre testimonianze, riflessioni e ricordi dei sopravvissuti e degli alpini che portarono i primi soccorsi. “Tramandare il ricordo di quei fatti è importante, specie tra le giovani generazioni –
spiegano gli autori – perché il dolore del ricordo non ha tempo e non ha spazio. È di tutti sempre”.

Nicola Canal… il Canal
1° febbraio 2024
“Influencer e Comicità alla veneta”
Ha studiato all’Accademia d’arte drammatica di Udine; voleva fare l’attore, ma ha trovato la sua strada sulla rete. Canal il Canal, «influencer mona e importante e vendemmiattore», classe 1986, è uno dei volti social più seguiti di tutto il Veneto. Fa ridere con intelligenza e sarcasmo, dosando in modo divertente i luoghi comuni della sua terra d’origine, l’Alta Marca trevigiana, e affrontando temi d’attualità e di interesse. Ha circa 350 mila followers su Facebook, 90 mila su Youtube, 200 mila su Instagram. Nicola Canal ha ideato video esilaranti, mettendo in evidenza creatività e indiscusse capacità di recitazione. “Tutto è iniziato con video in dialetto veneto per gli amici di Facebook – spiega – che ha fatto fioccare 2500 richieste di amicizia: qualcuno aveva scaricato il mio video e lo aveva fatto girare su WhatsApp. Così è nato tutto”.


Sergio Tazzer
19 marzo 2024
"Vino e dintorni"
Giornalista e saggista, è stato direttore della sede regionale RAI del Veneto, capo della redazione giornalistica per il Trentino, responsabile dell'agenzia nazionale della TGR a Roma. Ha fondato, curato e condotto fino al 2011 il settimanale radiofonico mitteleuropeo "Est Ovest". È medaglia “Jan Masaryk” del Ministero degli Esteri della Repubblica Ceca e accademico ordinario dell’Accademia Italiana della Vite e del Vino. Ha pubblicato una trentina di libri a tema storico, molti dei quali dedicati al vino. Fresco di stampa il volume “Il vino dei monasteri, delle abbazie e dei conventi. Da San Benedetto ad oggi”.


Alessandro Marzo Magno
17 aprile 2024
"Casanova"
Nato e cresciuto a Venezia, laureato in Storia Veneta ha esercitato la professione di giornalista seguendo da inviato la guerra nei Balcani. È direttore di Ligabue Magazine, semestrale edito dalla Fondazione Giancarlo Ligabue, scrive nelle pagine culturali del quotidiano Il Gazzettino e ha partecipato come ospite alle trasmissioni Unomattina (Rai 1), Geo & Geo (Rai 3) e a parecchi altri programmi tv (Rai, La7, Tv Capodistria) e radio (Rai e Radio 24). Il suo ultimo lavoro è la biografia di un figlio illustre della Serenissima, Giacomo Casanova. Protagonista indiscusso del  Settecento europeo, nei 73 anni della sua vita visita un centinaio di città e cittadine, da Madrid a Pietroburgo, da Londra a Costantinopoli; incontra ben dodici sovrani regnanti e cita nel suo libro Histoire de ma vie duemila persone, tra le quali duecento tra attori, attrici e musicisti. Finisce nelle celle di cinque diverse carceri ed evade rocambolescamente da una, quella dei piombi a Venezia. Gioca d’azzardo (spesso barando) e ama il buon cibo. Nel libro si racconta di teatro, di spionaggio, di massoneria e di magia. Si ricostruiscono gli incontri con i personaggi più famosi dell’epoca: da Voltaire a Lorenzo Da Ponte. E si parla anche di donne, naturalmente.


Alberto Raffaelli
15 maggio 2024
"La passione per il giallo"
Laureato in Filosofia a Venezia, ha insegnato per alcuni anni in diversi istituti superiori del Veneto e diretto la Scuola professionale di Ristorazione DIEFFE di Valdobbiadene. Ha ideato e organizza il Festival Nazionale dell’Innovazione Scolastica. È autore dei romanzi gialli “Il maestro vetraio”, “Delitto al Caffè Pedrocchi” - record di vendite - e “L’Osteria senz’oste” - recentemente oggetto di una riedizione - che hanno come protagonista il viceispettore Zanca, il «Maigret di Valdobbiadene». Tre noir appassionanti che si dipanano in tre diverse città alle quali l’autore è stato particolarmente legato: Valdobbiadene, Venezia e Padova. In filigrana compare il Nord Est, con la sua gente laboriosa ed il suo tessuto in continua e rapida trasformazione.

 

L'ingresso è libero, si consiglia la prenotazione, tel.: 349 0079322





Aggiungi al calendario


Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok