Cosa
Categoria
FILTRA PER
Categoria

Cultura e Spettacolo
Eno-Gastronomia
Feste e sagre
Sport Natura


Quando
Questa settimana
Oggi
Giovedì 07 Luglio
Domani
Venerdì 08 Luglio
Weekend
08 Luglio - 10 Luglio
Questa settimana
04 Luglio - 10 Luglio
Prossima settimana
11 Luglio - 17 Luglio
Questo mese
01 Luglio - 31 Luglio
Prossimo mese
01 Agosto - 31 Agosto
Dove
Comune
FILTRA PER
Comune

Cappella Maggiore
Cison di Valmarino
Conegliano
Cordignano
Farra di Soligo
Follina
Fregona
Miane
Moriago della Battaglia
Pieve di Soligo
Refrontolo
Revine Lago
San Pietro di Feletto
Sarmede
Segusino
Sernaglia della Battaglia
Susegana
Tarzo
Valdobbiadene
Vidor
Vittorio Veneto






24 Giugno 2022 - 05 Agosto 2022
Cultura e Spettacolo
Revine Lago
Revine Lago

Rassegna d'estate - Il cinema itinerante alla scoperta di Revine Lago

Programma:
 
TORNERANNO I PRATI
2014, 73', regia Ermanno Olmi
Venerdì 24 giugno
Piazza Don Cumano ore 20:30
L'ultimo film scritto e diretto da Ermanno Olmi - 2014.
In concomitanza con le celebrazioni del centenario dell'inizio della prima guerra mondiale Olmi decise di realizzare un film ambientato nelle trincee sull'Altopiano di Asiago, luogo teatro di sanguinose battaglie e località ove il regista viveva.
L'evento è organizzato in collaborazione con il Gruppo Alpini di Revine che racconteranno un'importantissima attività svolta nel territorio.
TRAMA:
Siamo sul fronte Nord-Est, dopo gli ultimi sanguinosi scontri del 1917 sugli Altipiani. Nel film il racconto si svolge nel tempo di una sola nottata. Gli accadimenti si susseguono sempre imprevedibili: a volte sono lunghe attese dove la paura ti fa contare, attimo dopo attimo, fino al momento che toccherà anche a te. Tanto che la pace della montagna diventa un luogo dove si muore. Tutto ciò che si narra in questo film è realmente accaduto. E poiché il passato appartiene alla memoria, ciascuno lo può evocare secondo il proprio sentimento.
 
OLTRE LE RIVE
2021, 80', regia di Riccardo De Cal
Venerdì 01 luglio
località Sottocroda ore 21:00
con la presenza del regista
Il Piave è conosciuto per essere il fiume Sacro alla Patria. Tragedie come la guerra e il disastro del Vajont hanno segnato in modo indelebile la sua storia, e lungo il suo corso passato e presente, sacro e profano, coesistono senza soluzione di continuità. Dalla sorgente alla foce, vicende sorprendenti e curiosi personaggi creano un composito “affresco” che racconta una vasta area del Nord-Est: il paesaggio, l’inventiva della sua gente, i forti contrasti tra decadenza e sviluppo.
In un continuo e inesorabile fluire, il film focalizza il racconto sul rapporto tra il territorio dove scorre il fiume Piave e le vite delle donne e degli uomini che lo abitano: un rapporto che a volte è dialogo, altre volte diventa scontro e altre ancora resa. È in questa relazione che il presente e la memoria del passato trovano un nuovo punto di approdo.
Il film “Oltre le rive” si tratta di un film corale. Un affresco con personaggi in primo piano e sullo sfondo che abitano, vivono o frequentano il territorio lungo il fiume Piave.
Una coppia di giovani pastori - Valentina e Emanuele - guida un gregge con più di mille capi, sempre in movimento seguendo il ritmo immutabile delle stagioni e le regole ferree della transumanza, che seguiamo fino alla nascita del loro primogenito.
 
VERSI PERVERSI
2021, 60', regia di Jan Lachauer e Jakob Schuh 
Venerdì 15 luglio
Parco Archeologico del Livelet, ore 21:00
Dentro un diner poco illuminato, il lupo delle fiabe, avvicina una paffuta donnina. Da brava babysitter, la donnina si prepara a mettere a letto due bambini, non prima di aver loro raccontato le favole della buonanotte. Ma stasera le cose andranno diversamente, perché il lupo ha una missione da compiere, e forse anche una vendetta da perpetrare.
Attraverso rime perfette e vertiginose, e succulenti colpi di scena, Roal Dahl scardina infatti le certezze riguardo alle azioni e alla sorte dei più noti personaggi delle fiabe, armando Cappuccetto Rosso di pistola e sangue freddo, spedendo Biancaneve in città ad arricchire sette fantini malati di corse dei cavalli, scambiando la scarpetta di cristallo con la calzatura sformata e puzzolente di una delle sorellastre di Cenerentola e facendo fare un bel bagno a Jack, così che l'orco non possa sentire il suo odore. Ma se già il libretto è un piccolo grande spasso, la versione animata aggiunge bellezza a bellezza: le scenografie espressioniste, i colori brillanti, la mescolata aggiuntiva in sede di sceneggiatura, e la qualità della tecnica rendono lo spettacolo animato affascinante per gli occhi quanto per le orecchie. 
 
ALTRI CANNIBALI
2021, 95', regia di Francesco Sossai
Venerdì 05 agosto
Pian de le Femene, ore 21:00
con la presenza del regista
È possibile non pensare a niente? La faccia assente di Fausto, operaio metalmeccanico, davanti alla macchina alla quale lavora sembra suggerirlo. Quando però Ivan lo interroga, scopriamo che nella sua testa si è infiltrato un pensiero. È quel pensiero violento l’origine dell’incontro tra Fausto e Ivan. In una remota valle divorata da città industriali, i due si confrontano con l’impossibilità di scappare dalle loro vite.
«Una notte, in un ristorante sperduto nella provincia italiana, in una di quelle notti in cui il mondo termina oltre le luci del parcheggio, ho visto due uomini di mezza età parlare tra loro come se stessero pianificando qualcosa che nessun altro attorno a loro dovesse sentire. Il senso di profonda intimità, il sospetto, il machismo combinato a un atteggiamento infantile mi hanno immediatamente colpito. Ho iniziato ad immaginare chi fossero e cosa stessero facendo insieme. Si conoscevano già? Cosa ci fanno lì insieme? Che cosa faranno dopo? Altri Cannibali è la risposta a queste fantasie»
- Francesco Sossai
 
 
Evento a cura della Pro Loco di Revine Lago e Lago Film Fest, promosso dal Comune di Revine Lago
 




Aggiungi al calendario


Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok