Blog




11 Mar 2020

Restiamo in casa…a cucinare! Una nuova rubrica di ricette.

Un piatto tipico della tradizione. Rispettiamo le regole e il territorio.


Vista la situazione di emergenza sanitaria, vorremmo accompagnare le raccomandazioni a rimanere in casa con delle ricette tipiche della tradizione legate al periodo e al nostro territorio.





Iniziamo con una ricetta primaverile, la pasta fresca con i carletti, da noi chiamati sciopetin (s’ciopetin), un'erba molto ricercata in gastronomia, fra le migliori erbe commestibili (ma solo prima della fioritura, poi le foglie basali diventano troppo coriacee).

I carletti si mangiano sia crudi che cotti, in risotti, paste, minestre, ripieni, ravioli e frittate: hanno un sapore dolce e delicato.

 

 

 

 

 

 





Tagliatelle ai sciopetin

 

 

Ingredienti

Per la pasta:

½ uovo a persona

½ bicchiere d’acqua

Farina di grano duro

Per il sugo:

1 porro

Sciopetin in buona quantità

Panna liquida

Sale Pepe Formaggio grana

Poco Burro

 





Preparare le tagliatelle all’uovo unendo gli ingredienti fino a ottenere una pasta morbida, liscia e non appiccicosa e lasciare riposare per un quarto d’ora. Tirare la pasta e formare le tagliatelle.

Affettare il porro e soffriggerlo con il burro, quando è tenero e trasparente aggiungere i sciopetin, trattenenendone una manciata. Cucinare dieci minuti, allungare con la panna liquida e salare.

Mettere le tagliatelle nell’acqua bollente (bastano pochi minuti) e scolarle lasciandole un po’ umide, passarle nella padella con il sugo, aggiungere i sciopetin crudi e tritati, poco grana e pepe macinato fresco.

Servire subito.





Ritorna al blog


Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok